In Articles, news
Dopo l’opaca ma vittoriosa prestazione di due settimane fa, i Bengals vanno a Modena per giocarsela contro la capoclassifica Vipers e la loro formazione Wing-T. I ragazzi di coach Sivocci si si presentano con un roster decimato dagli infortuni (sono 8 gli atleti indisponibili), ma i giocatori convocati sono agguerriti e pronti a disputare una partita di trincea e di lotta.
Kick-off battuto dai bresciani e palla ai modenesi che partono dalle proprie 30 yards. I Vipers muovono la catena con azioni di corsa centrale, laterale, reverse runs. La difesa bresciana contiene gli avversari, costringendoli ad azioni di piccoli guadagni sul terreno: non si vedono quindi i temuti “big play”, ossia quelle lunghe e implacabili corse “di scuola Hogs”. La prima segnatura arriva dopo pochi minuti dall’inizio della gara ed è frutto di una distrazione della D7 bresciana: sulla linea delle 3 yards bresciane il RB Trenti riceve palla dalle mani del QB Barile, trova un varco libero nelle maglie difensive ed entra in end zone. Touchdown Vipers! Il calcio addizionale di Botti è centrale e vale un punto. Cambia il punteggio: Vipers 7 – Bengals 0.

Turotti & soci incassano il colpo ma reagiscono bene e spostano la catena con due bei drive fino ad arrivare sulla metà campo avversaria; a questo punto le Vipere aumentano la pressione sulla linea di scrimmage e riescono a portare 2 sacks ai danni della Tigre in regia. Dopo 23 minuti dall’inizio, gli arbitri chiamano l’inversione di campo. Nella sideline bresciana si studiano alcune correzioni in attacco e difesa.

Nel secondo quarto le due squadre dimostrano la propria filosofia di gioco e si assiste ad una bella partita di football: i Vipers si affidano esclusivamente alle corse innescate dalla Wing-T, mentre i Bengals con la Spread Offense sono più versatili e si muovono fluidi con lanci e corse. Acrobatiche sono le ricezioni di Gaggiotti, Alboraletti e Grespan, saettanti sono le corse del duo Barbolla – Mescerjakovs. Tuttavia sono le difese a ricevere gli applausi del pubblico: le Tigri riescono a contenere gli avversari al centro alzando un muro difensivo; le Vipere invece caricano il box con uomini in più e portano grande pressione sul regista bresciano; è così che i padroni di casa ottengono altri 2 sacks ai danni di Turotti. La partita resta aperta ma negli ultimi minuti di gioco i Vipers soffrono le iniziative dell’attacco bresciano che ottiene effettivi guadagni di terreno. Sembra che i Bengals siano in controllo e che possano da un momento all’altro pareggiare l’incontro… ma nel momento migliore per le Tigri gli arbitri chiamano l’intervallo. Si va alla pausa col punteggio Vipers 7 – Bengals 0.

Il terzo periodo si apre con i Vipers al kick-off e con Gaggiotti che ritorna bene l’ovale fino alle 35 yard. I Bengals avviano le manovre offensive ottengono un primo down e nulla più: la difesa modenese porta un altro sack su Turotti e con un 3&lungo lo special team bluargento è chiamato in campo per il Punt. I Vipers ripartono così dalle proprie 20 yards e mostrano la forza della Wing-T: con 4 corse arrivano sulle 40 yard bresciane e da qui il RB Leo – approfittando di uno svarione della difesa bresciana nel posizionarsi – arriva dritto in end zone con una corsa sul corridoio laterale. Touchdown Vipers! Il calcio addizionale viene stoppato dal muro bresciano e il parziale sul tabellone si aggiorna: Vipers 13 – Bengals 0. Il resto del tempo scorre via con le rispettive difese che neutralizzano i tentativi avversari. La partita resta aperta: i Bengals possono ancora rimontare, i Vipers vogliono il colpo del KO.

Il quarto tempo inizia con i Vipers in attacco sulle 40yards avversarie e i Bengals chiusi in difesa. Attacco modenese e difesa bresciana restano sul campo per quasi tutto il periodo. Proprio la difesa bresciana si mette in luce a pochi minuti dalla fine, riuscendo a respingere per 2 volte consecutive i tentativi dell’attacco modenese di entrare in end zone dal limite della 1 yard. Questa azione è l’ultima degna di nota della partita, visto che le azioni seguenti non portano a nulla di concreto anche per l’esaurimento fisico dei giocatori. Dopo 21 minuti dall’inizio dell’ultimo quarto, gli arbitri dichiarano la fine della gara, mentre gli Stats firmano il risultato finale: Vipers 13 – Bengals 0.
Coach Sivocci commenta la prestazione: “La difesa distrugge e l’attacco costruisce. Oggi abbiamo distrutto i Vipers, ma non abbiamo costruito. Ho visto però una squadra che ha saputo mantenere la concentrazione e rispettare le istruzioni. Mi aspetto che nei prossimi allenamenti ci sia presenza e partecipazione di tutti per poter costruire ciò che manca. Bisogna lavorare ancora”. Secondo il Defensive Coach De Giovanni “Il distacco minimo tra le due squadre è significativo delle potenzialità che hanno i Bengals per dire la propria in questo girone; restano 5 partite e saranno come 5 finali dei playoffs. I Vipers non hanno vinto la partita, sono stati i Bengals che la hanno persa con i propri errori. Bisogna lavorare di più”.
Gli autori del blog aggiungono una riflessione: l’avversario più temibile dei Bengals sono i Bengals stessi. Se i ragazzi si convincono delle proprie capacità, se restano uniti, se si impegnano a seguire tutti gli allenamenti e ascoltare le indicazioni dei coach… beh, ragazzi, diciamocelo… non ce ne è più per nessuno! Go Bengals!

Il prossimo impegno delle Tigri sarà sabato 7 aprile, quando al Chico Nova si presenteranno i West Raiders Toscana per disputare la prima gara interdivisionale.
Marcatori touchdown (da 6 punti):
Vipers: 1 Trenti, 1 Leo.
Marcatori extrapoint (da 1 punto):
Vipers: 1 Botti.
SCORING DRIVE
TEAM 1QRT 2QRT HALFTIME 3QRT 4QRT FINALE
VIPERS 7 0 7 6 0 13
BENGALS 0 0 0 0 0 0

Source: old site

Seguici!
error
Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca