In news

Obbiettivo playoff centrato, ora è un altra storia

Bengals Brescia 17 – Vipers Modena 0

(0-0; 3-0;  0-0; 14-0 )

I Bengals Brescia sconfiggono la capolista e volano meritatamente ai playoff.

I ragazzi di coach Maggini fanno l’impresa dell’anno, e con una gara di rara intensità, giocata sui nervi e le emozioni, confermano che quando le motivazioni sono forti lo sono anche le prestazioni individuali e di squadra.

La giornata inizia nel peggiore dei modi, i ragazzi scendono in campo con il risultato già acquisito della vittoria nettissima degli Hogs ai danni di Ferrara, e questo lasciava loro un solo risultato utile: vincere; ancora una volta l’intuizione felice e fuori dagli schemi di Maggini ha la meglio, e l’attacco bresciano schiera in ogni drive uomini e situazioni sempre diverse, evitando di dare, punti di riferimento o aggiustamenti validi alla difesa avversaria.

Con tanta pazienza e la prova incredibile di una difesa in difficoltà solo sulle corse del fuoriclasse emiliano Cira, la tecnica ha dato il risultato sperato, dapprima contenendo con estrema concentrazione le folate avversarie, poi guadagnando yard dopo yard posizioni in campo sempre migliori, fino alle segnature e la vittoria.

Primo quarto di studio tra le due formazioni, che non si sono rese realmente pericolose, in capo per i Vipers il secondo quarterback Barile.

Alla fine del primo tempo le difese hanno sovrastato i rispettivi attacchi, tanto è vero che gli unici punti sul tabellone sono di Bianchini che spedisce in mezzo ai pali un field goal da oltre 25 yards.

Inizia il terzo quarto, ed i Vipers continuano a tenere in panchina il quarterback titolare Willo Scaglia, ma una quantità inusuale di falli contro la formazione bresciana mette in difficoltà i bengals, è un buon momento per gli modenesi che però trovano l’intercetto di Michele Viviani  a spegnere gli entusiasmi.

All’inizio del quarto periodo la svolta dell’incontro, modena tenta di agguantare la partita e manda in campo il prorpio qb titolare , ma ancora la difesa bresciana si fa trovare pronta e leva li scudi respingendo diverse bombe, poi Alberto Cannetta intercetta sulla linea laterale un lancio del qb avversario e velocemente lo riporta in touchdown con una corsa di circa 40 yards “pick six”; la trasformazione di Bianchini porta le formazioni sul 10-0, ed a questo punto entra l’artiglieria pesante modenese.

Ancora una volta modena si fa sotto con quattro tentativi di lanci lunghi consecutivi di Scaglia che cadono incompleti , Brescia prende la palla e inizia un drive lungo e ricolmo di corse al fine di gestire il tempo e portare a casa la partita; I Bengals arrivano vicini alla end zone modenese e Ronny Barbolla ben imboccato da Giacomo Tinti riusce a trovare il pertugio giusto per aumentare ulteriormente il divario nel punteggio della gara con una corsa di pura potenza di 5 yards.

Il risultato finale viene fissato dalla solita trasformazione di un Bianchini sempre più cecchino infallibile e poi tutti a festeggiare davanti al pubblico amico che li ha sostenuti con passione per tutta la gara.

Nell’huddle finale, Maggini ha parole di ringraziamento per tutti, dai giocatori, allo staff ed alla dirigenza “E’ finita la nostra stagione con un obiettivo centrato, da ora quello che succederà farà parte di un’altra avventura e sta a noi prenderci altre soddisfazioni per noi stessi e per i nostri magnifici tifosi”.

Anche il presidente Sergio Corti ha avuto parole di grande elogio per i suoi ragazzi, e li ha invitati a “non pensare al valore dei prossimi avversari, perché dopo le ultime prestazioni dei bresciani, casomai, sono loro che devono preoccuparsi di dover affrontare i Bengals”.

 Ufficio Stampa Bengals Brescia

Seguici!
Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca