In news

Abbiamo  vissuto,  stiamo vivendo un momento particolare delle nostre vite e questo influenza il modo in cui i nostri tifosi hanno sempre seguito le vicende e le storie di questa squadra, ma non solo; Gli stessi atleti, la dirigenza e il coachs staff ne sono influenzati.

Oggi abbiamo scambiato due chiacchiere col L’head Coach Umberto Maggini a proposito di questo tema ormai centrale nelle nostre vite, che ci accompagnerà per tutta la stagione.

Come ha affrontato allenamenti alternati a stop obbligati e come ritiene che il team sia arrivato a questo inizio di campionato?

Gli stop and go sono una problematica oggettiva, ma come noi anche gli altri hanno dovuto affrontare questo scoglio.
Abbiamo dovuto accorciare, condensare e adattare il nostro programma, la situazione non è ottimale ma davanti all’ostacolo oggettivo, io credo che si possa fare soltanto una cosa: accettare le problematiche e allenarsi al top.

Abbiamo fatto tutto quello che potevamo, allo scopo di trovarci pronti all’inizio di questo campionato.

Ho ripetuto questo mantra ai miei atleti: noi siamo dei privilegiati.

Dei privilegiati?

Siamo dei privilegiati perché possiamo praticare lo sport che amiamo! Tramite lo sforzo della dirigenza, sostenuta dagli sponsor e dalle istituzioni e un rigido protocollo sanitario, ci è consentito di svolgere la nostra attività agonistica, che mai dobbiamo dare per scontata.

dopo 18 mesi di fermo fare previsioni è difficile, cosa si aspetta dalla prima partita di campionato?

che i ragazzi dimostrino di poter fare ciò che hanno fatto durante la preparazione anche in campo, che dimostrino di saper reagire senza piangersi addosso.
Io credo che quando compiamo un azione è solo il 10%, il 90% è come reagiamo alle cose.

L’emotività quest’anno è un punto focale; lo è sempre stato, un punto importate, ma quest’anno tramite la pandemia più che mai c’è un grande carico su ogni atleta e solo il campo potrà dire se i nostri ragazzi saranno in grado di gestirlo.
In allenamento proviamo al massimo delle nostre possibilità a simulare la tensione di una partita, ma non ci andiamo vicini; domenica sarà il vero banco di prova.

Ci sono già degli obbiettivi che il Coachs Staff si è prefissato?

Si ci sono.

Migliori di noi stessi ad ogni snap.

Dimostrazione di saper gestire l’emotività.

Grazie del suo tempo Coach.

Seguici!
Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca