In Articles, news
Nella sesta giornata di campionato i Bengals ospitano in casa i West Coast Toscana Raiders, in una gara che si presenta difficile da pianificare per i coach bresciani a causa della mancanza di informazioni, di video e di statistiche consolidate sugli avversari. La formazione toscana infatti è sorta ad inizio 2018 dalla collaborazione tra Etruschi Livorno e Storms Pisa e non ci sono ovviamente precedenti disputati.
Il kick-off viene battuto bene dai Bengals e i Raiders rinunciano a ritornare, accontentandosi di partire dalle proprie 35 yards. L’attacco toscano non ottiene il primo down ed è costretto al punt di allontanamento che posiziona lo spot dell’ovale sulle 28 yard nel campo avversario. E’ identitico il copione per l’attacco bresciano che nel primo drive sfiora soltanto la chiusura del primo down e quindi ricorre allo special team per allontanare palla e pericoli dalla propria end zone. Le due squadre si studiano a vicenda nei vari drive successivi alla ricerca dei punti deboli dell’avversario e di una occasione favorevole per colpire. La partita viene sbloccata dai Bengals con un big play. Sulle 38 yard avversarie e con 2&lungo da giocare – a seguito di una penalità contro l’attacco – Turotti segue la traccia fly di Gaggiotti e lancia lungo: la ricezione è buona, la presa salda. Touchdown Bengals! Barbolla calcia preciso e realizza il tentativo extra. Il punteggio cambia: Bengals 7 – Raiders 0. Il restante tempo del primo quarto scorre via velocemente, con i toscani che avanzano palla a terra e i bresciani che contrastano i tentativi di sfondamento. Dopo 26 minuti dall’inizio, si chiude il quarto con i bresciani in vantaggio.

Il secondo tempo inizia con Turotti e soci in campo; le Tigri muovono la catena varie volte e si affacciano sulle 30 yards avversarie, ma gli Incursori realizzano un sack ai danni del regista in azzurro e successivamente una penalità allontana ancora i giocatori di Sivocci dalla chiusura del down. Con 4&lungo la sideline chiama uno schema audace che i giocatori eseguono alla perfezione: Turotti lancia preciso per Gaggiotti che si invola sul corridoio laterale, rompe due placcaggi e si tuffa in end zone. Touchdown Bengals! Barbolla si ripete al tentativo extra ed il punteggio cambia di nuovo: Bengals 14 – Raiders 0.
I Raiders accusano il colpo del doppio svantaggio e non riescono più a produrre un gioco d’attacco efficace: i loro tentativi di avanzare vengono contenuti dalla difesa Bengals. Sul versante bresciano, l’attacco ottiene vari downs ma non riesce a concretizzare quella azione decisiva per una terza marcatura, anche grazie alla buona tenuta della difesa degli ospiti in maglia bianca. Gli Special team entrano in campo per vari punt di allontanamento e il tempo scorre. La crew arbitrale invita le squadre al riposo sul parziale di Bengals 14 – Raiders 0.

Il terzo periodo si apre con il kick-off dei Raiders e il ritorno da parte di Tinti fino alle 35 yard. Le due squadre tralasciano il risultato del tabellone e si affrontano a viso aperto: gli uomini di linea si confrontano duramente ma sono soprattutto le difese a dettare i ritmi di gioco con 2 sacks da parte bresciana e 1 da parte toscana. Gli attacchi rallentano le manovre e le squadre ottengono minimi guadagni di terreno. La partita va in stallo, gli Special team vengono chiamati in campo 4 volte per ridurre la pressione e allontanare l’ovale. Il terzo periodo si chiude senza altre emozioni.
L’ultimo tempo vede i Bengals in attacco sulla metà campo ma la difesa toscana porta pressione sulla linea, consentendo ai linebackers di mettere le mani addosso a Turotti; la sideline decide per il punt e i Raiders riprendono il possesso dell’ovale ma poi non guadagnano altro terreno: da ambo le parti, le difese si dimostrano solide e spezzano ogni tentativo di avanzamento degli avversari. A 5 minuti dalla fine arriva improvvisamente la segnatura che mette fine all’incontro. I Raiders partono con l’attacco sulle 45 yard avversarie e avanzano; con 3&2 da convertire, il QB Campora lancia corto ma l’ovale è intercettato dal difensore in maglia azzurra Marchetti che si invola sul corridoio laterale inseguito dagli avversari; la lunga corsa (circa 65 yards) termina in end zone per la gioia dei giocatori e del pubblico. Touchdown Bengals! Barbolla cala il tris con il calcio addizionale e il punteggio si aggiorna: Bengals 21 – Raiders 0.

C’è ancora tempo per una veemente reazione dei Raiders che ottengono 2 primi downs ma il loro gioco consuma troppo tempo e la fretta fa commettere errori a vantaggio dei Bengals. Ad un minuto dalla fine, le Tigri in huddle chiamano la Victory formation: il QB Turotti si inginocchia, il tempo si esaurisce e i giocatori si abbracciano a centro campo. Gli arbitri firmano il referto con il punteggio finale: Bengals 21 – Raiders 0.
In ordine sparso i coach rilasciano le dichiarazioni. Sivocci: “Le numerose assenze per infortunio hanno estremamente limitato i Bengals nella tipologia di gioco; il game plan è stato riadattato di conseguenza. I giocatori hanno ben eseguito qualche big play figlio del lavoro duro fatto in precedenza. Tuttavia vengono ancora fatti troppi errori di esecuzione banali”. De Giovanni: “La difesa ha fatto un ottimo lavoro, ha concesso poco agli avversari; sono soddisfatto per la realizzazione del difensore Marchetti. Adesso la testa va alla prossima partita”.
L’ultima dichiarazione è di Corti: “Ambizione e allenamenti sono le chiavi per il successo. Dobbiamo continuare a lavorare per migliorare ancora e ridurre gli errori di gioco”.
Il prossimo impegno delle Tigri sarà sabato 21 aprile, nella difficile e lunga trasferta in Puglia per giocare con i Mad Bulls Barletta nella seconda gara interdivisionale.
Marcatori touchdown (TD da 6 punti):
Bengals: 2 Gaggiotti, 1 Marchetti
Marcatori extrapoint (EP da 1 punto):
Bengals: 3 Barbolla
SCORING
TEAM 1QRT 2QRT HALF-TIME 3QRT 4QRT FINAL
BENGALS 7 7 14 0 7 21
RAIDERS 0 0 0 0 0 0

Source: old site

Seguici!
error
Post suggeriti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca