In Articles
Il turno di wild card pone di nuovo sul cammino dei Bengals Brescia i temibili Gladiatori Roma, squadra che era già stata affrontata nel secondo game interdivisionale della regular season 2017.
La partita di andata era stata caratterizzata da un combattuto testa a testa tra le due squadre, a gran beneficio del pubblico presente a Roma. La spuntarono le tigri bresciane con un solo punto di vantaggio ( Gladiatori 21 – Bengals 22 ).

I Gladiatori Roma sono una squadra storica del football americano. Costituita nel 1973, i capitolini hanno partecipato a tutti i campionati nazionali nelle varie categorie, ottenendo piazzamenti lusinghieri nei playoffs e raggiungendo semifinali e finali in varie occasioni. Serbatoio di pesca per atleti della Nazionale, la squadra giallorossa è una realtà importante del football italiano.
Le statistiche generali di fine campionato offrono spunti per valutare le forze che si confronteranno domenica prossima. L’attacco capitolino dei Gladiatori ha realizzato 161 punti, con una media di 20,1 punti a partita. I touchdown sono stati 22. I top scorers sono Capra e Sensi (5 TD), seguiti da Giannetta, Mingoli e Alivernini (3 TD). Nel passing play, i target preferiti dal QB Mingoli sono i ricevitori Capra e Giannetta. Le azioni di corsa sono state affidate ai due RB Alivernini e Sensi che hanno macinato rispettivamente 449 yard e 346 yard.
Il gioco capitolino si sviluppa in modo bilanciato tra pass e run e pass: nel 53% dei casi il QB ha chiamato un run play e ha scelto il pass nel 47% delle volte. Tuttavia i numeri del guadagno per yard indicano che le 2.186 yard fatte vengono da lanci (64%) e solo il 36% da corsa. In sostanza, il pass è chiamato di meno ma guadagna più yard.
L’attacco romano ottiene il successivo first down nei primi due drive di gioco nel 76% delle giocate, e questo è un numero importante. La catena del first down si è mossa 52% delle volte grazie al lancio e 48% per la corsa. Lascio ai lettori più esperti le valutazioni da fare. Le percentuali di chiusura sul 3° down sono 34% mentre è di 35% sul quarto ed ultimo tentativo.
Infine, per quanto riguarda il controllo del tempo e del terreno i Gladiatori tendono ad avvicinarsi il più possibile alla red zone avversaria e da questo limite avviano le azioni realizzative: 3 touchdown su 4 ( 76% secondo statistiche Fidaf) provengono da giochi iniziati sulle 20 yards.
Pietragalla ha confermato di avere un ottimo piede realizzativo (18 punti realizzati con field goal ed extrapoint).
La difesa giallorossa ha concesso agli avversari 122 punti (15 punti in media per partita). Tra i difensori si segnalano Pietragalla con 40 tackles, Francioni con 32. Del Prete, grosso e agile difensore, ha saccato il QB in 3 occasioni. Si registrano 9 intercetti da parte dei defensive back.
Le statistiche Bengals dicono che le tigri hanno realizzato 164 punti, in media 20,5 punti a partita, e fatto 23 touchdowns (i valori sono simili a quelli dei capitolini). Il gioco bresciano si articola principalmente sul gioco aereo: Il Qb Tinti ha chiamato il pass play nel 59% dei casi. E proprio questo gioco ha un’ottima percentuale di guadagno: su 1.745 yard guadagnate, circa 85% proviene da lanci. Podavitte, Viviani, Cappelli e Franchi sono i terminali di ricezione del QB Tinti. I top scores sono Viviani e Podavitte (entrambi con 7 TD e 44 punti a testa), seguiti da Tinti e Cristiano ( 3 e 2 TD). Barbolla ha affinato la propria mira, realizzando 11 su 12 calciati (92% di realizzazione). La percentuale di conversione del 3° down è bassa (22%), ma è compensata dal 40% del 4° down; di fatto, l’attacco Bengals è determinato a portare avanti la palla e non si pone problemi ad utilizzare anche il quarto e ultimo tentativo per avanzare.
La difesa bresciana è guidata dai 32 tackles di Favero, a ruota da Viviani e Driscoll ( 31 e 26). In termini di intercetto, possiamo parlare di strapotere Bengals: nel corso di 8 partite, la difesa ha ottenuto 20 intercetti, riportandone perfino uno in endzone con Minnehan.
Bengals e Gladiatori si affronteranno domenica 11 giugno presso lo stadio Chico Nova a Brescia, per strappare il ticket di accesso ai quarti di finale. Kick-off alle 15.30.
Secondo i pronostici, sarà una partita molto fisica e tattica. La minaccia romana sarà costante: da terra, dall’aria e dai calci piazzati. La difesa bresciana deve confermare la straordinaria prestazione dell’andata: alzare un muro difensivo, presidiare i gaps sulla linea di scrimmage, bloccare i terminali di ricezione lancio.
Da parte sua l’attacco dovrà sfruttare i matchups e cogliere ogni occasione per portare avanti la palla e guadagnare yard. Servono cuore, attributi e mente lucida.
Infine servono anche i migliori e più appassionati i tifosi! Venite allo stadio! Stringetevi intorno alla squadra! Mai come adesso i Bengals hanno bisogno di Voi!
Go Bengals!

Source: old site

Seguici!
Post recenti
0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca