In Articles
Nella quinta giornata del campionato FIDAF U19 e davanti ad un pubblico esiguo, i Bengals e i Redskins hanno dato vita ad una partita piena di emozioni, giocate spettacolari e intensità agonistica. E’ stato necessario ricorrere ad un tempo supplementare per stabilire il vincitore.
I Bengals si presentano sul campo dei Redskins con un roster numericamente inferiore rispetto quello degli avversari ( solo 14 giocatori contro i 27 veronesi) e con la novità dell’esordio da quarterback di Minnehan Nathan, starter nella posizione.
La partita inizia con il kick off bresciano che viene ritornato dai ve

ronesi fino alle 40 yard della metà campo avversaria. I Redskins avviano il proprio meccanismo di attacco, aiutati anche da una penalty contro gli ospiti, e si portano nella red zone. Ma la difesa dei tigrotti è molto attenta e ferma i drive veronesi con un 4° e 7 yard dalla end zone. Sul cambio di possesso palla, nella prima azione di attacco bresciano avviene la prima marcatura della partita: si tratta di un placcaggio da parte di Perbellini a danno del portatore palla bresciano nella end zone. Gli arbitri fischiano il safety e cambia il punteggio: Redskins 2 – Bengals 0.
Il vantaggio è esiguo e da questo momento la partita si apre, con le due squadre che si studiano a vicenda, prendendo le contromosse adatte. Da ambo le parti, i successivi drive si chiudono con punt e con il susseguente cambio del possesso palla per ben 5 volte. Tuttavia i tigrotti sono più determinati dei pellerossa e riescono a portarsi sulle 15 yard veronesi con 1° e 10 da giocare. Purtroppo un’offside dell’attacco obbliga i bresciani a retrocedere fino alle 40 yard e sfuma così la prima possibilità di arrivare in end zone. A 3 minuti dalla fine del primo quarto il punteggio cambia nuovamente a favore dei padroni di casa: l’attacco bresciano riparte con la palla dalle proprie 15 yard e nell’azione di lancio l’ovale viene intercettato da Damini e consegnato in end zone. TD Redskins! Il successivo extrapoint da due punti viene realizzato da Schmidt; il punteggio si fissa: Redskins 10 – Bengals 0. Si chiude il primo quarto. Da notare però che le marcature sono state realizzate da giocatori della difesa veronese.
Il secondo quarto è tutto per gli ospiti. I redskins riescono a malapena a contenere l’attacco Bengals, che impone un buon ritmo alla gara: i Bengals sfoggiano il proprio playbook, con belle azioni di corsa e lanci precisi. L’asse QB-WR funziona, il RB corre bene tra i varchi e il QB esce spesso dalla tasca per correre. Per due volte i ragazzi di coach Gregg si portano entro le 5 yard del campo veronese; la realizzazione è a portata di mano ed infatti viene compiuta da Nova, ma gli arbitri annullano il TD per un’azione fallosa in partenza. Con un 4° tentativo e 15 yard, i Bengals preferiscono calciare il Field Goal con Franchi e accorciano le distanze. Redskins 10 – Bengals 3.
La reazione di Verona non si fa attendere: negli ultimi due minuti di gioco i ragazzi di coach Fabbrica macinano yard e si portano nella redzone avversaria a 11 yard, con 1° e 10 yard ma solo 12 secondi da giocare. La tensione è altissima: un TD di Verona toglierebbe speranza a Brescia; da parte sua Verona vuole allungare il vantaggio prima dell’intervallo. Il clima è caldissimo: le tifoserie incitano i giocatori, i coach chiamano schemi e coordinamenti. Il primo snap di Verona resta lì: la palla non si muove di una yard. Il secondo snap viene giocato con un lancio ma la difesa bresciana riesce a coprire tutti gli uomini e di fatto c’è un passaggio incompleto. Le due squadre vanno all’intervallo con il punteggio di Redskins 10 – Bengals 3.
Il terzo quarto è dedicato agli amanti del rough football: la partita diventa dura, maschia, la fisicità del gioco si impone. I placcaggi sono al limite del regolamento: gli arbitri se ne accorgono e fischiano molte penalità a danno di entrambe le squadre. Le due squadre danno il meglio di sé, senza risparmiare forze e uomini. I matchup tra i giocatori di attacco e difesa sono incredibili ed ogni snap è combattuto con intensità. Il terzo tempo però scorre senza altre marcature.
Nell’ultimo quarto i Bengals ci credono seriamente nell’impresa: l’attacco chiude i drive e si porta varie volte a ridosso della red zone veronese. A 3 minuti dalla fine, Brescia porta palla sulle 15 yard veronesi, con 3° e 5 yard dalla chiusura del down. L’attacco ci prova e nella successiva azione il QB Minnehan esce dalla tasca per correre fino in end zone. TD Brescia! L’extrapoint viene convertito da Franchi e arriva il pareggio: Redskins 10 – Bengals 10.
La partita non è finita e le emozioni continuano all’ultimo istante. Di nuovo, come nel primo tempo, l’attacco veronese arriva con la palla a ridosso della endzone bresciana con 1° e 8 yard e meno di 1 minuto. La successione dei down è da cardiopalma:
1° e 8 yard 2° e 5 yard 3° e 5 yard 4° e 1 yard
La difesa di Brescia regge benissimo la pressione e la partita si chiude in pareggio.
Come nel calcio esiste la lotteria dei rigori, così nel football esiste la lotteria dell’overtime. Ad ogni squadra è data la possibilità di partire dalle 25 yard della metà campo avversaria per segnare una marcatura. Vince l’incontro la squadra che realizza il punteggio più alto. I Redskins riescono a realizzare il touchdown con una corsa di poche yard ma non convertono l’extrapoint e si portano temporaneamente in vantaggio. Redskins 16 – Bengals 10. Nella successiva azione di gioco, l’attacco bresciano parte dalle 25 yard ma purtroppo perde terreno e si allontana dalla end zone avversaria. Con un 4° e 19 yard, i Bengals tentano un passaggio Hail Mary che purtroppo non viene ricevuto. Gli arbitri fischiano la fine della partita.
La prossima partita sarà anche l’ultima. I Bengals incontreranno i Saints, vincitori a sorpresa contro i Giants e primi in classifica a pari punti con gli altoatesini. L’incontro è per sabato 19 novembre alle 20 presso il Chico Nova. Go Bengals!
P.S. Ho volutamente messo la foto della celebrazione del touchdown dei Bengals. Il risultato di un individuo è il successo dell’intera squadra. Go Bengals !
Marcatori dei touchdown (TD): Bengals: Minnehan N. Redskins: Damini, Favuzza
Marcatori degli extrapoint (EP):Bengals: Franchi Redskins: Schmidt
Marcatori dei Field Goal (FG):Bengals: Franchi
Marcatori del Safety (S):Redskins: Perbellini

Source: old site

Seguici!
error
Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca